NotizieRacchette da padelRecensione Prodotti

Siux REVOLUTION! La prima racchetta della nuova serie sarà la Diablo.

siux revolution
siux revolution

Uno dei più famosi brand del mondo del padel inizierà il 2021 alla grande. Siux crea la nuova linea Siux Revolution, si tratta di un restyling dei modelli che hanno marcato la storia del marchio spagnolo. Il primo modello a sottoporsi a questa vera e propria innovazione non poteva che essere la famosissima Siux Diablo. Più avanti assisteremo all’uscita di altri modelli storici del marchio come: Siux Pegasus, Siux Black Carbon o Siux Spyder.

Siux Revolution: le novità di questa RIVOLUZIONE

Le principali novità di questa nuova e lussuosa serie sono principalmente tre: i materiali innovativi, la collaborazione con ShockOut ed il nuovo sistema Revolution.

Nuove fibre di Carbonio per tutti i gusti

Per quanto riguarda le nuove Siux Diablo Revolution verranno lanciati tre modelli: Siux Diablo Revolution 3K, Siux Diablo Revolution 12K e Siux Diablo Revolution 24K. Come possiamo osservare dal nome la differenza tra le tre versioni risiede nel tipo di carbonio. Il 3k è il carbonio più duro, il 24k è il più morbido e il 12k si posiziona come intermedio tra i due.

Collaborazione con ShockOut

Ma andiamo a parlare della collaborazione stretta tra Siux e ShockOut. Il marchio spagnolo ha deciso di rendere le sue racchette tra le più sicure del mercato in quanto a rischio di infortuni. E cosa poteva esserci di meglio se non l’incorporazione del sistema antivibrazione SchockOut direttamente nella struttura della racchetta? È così che nascono queste Siux Diablo Revolution, con un sistema antivibrazione di 4 schockOut situati nella zona inferiore della struttura che, insieme alle caratteristiche di estrema stabilità del modello Diablo, rendono queste racchette tra le migliori del mercato per chi soffre di disturbi al gomito o alla spalla.

Siux Diablo Revolution con ShockOut
Siux Diablo Revolution con ShockOut

Nuovo sistema Revolution

In cosa consiste questo nuovo sistema Revolution? Si tratta dell’utilizzo di un tubolare piatto nel telaio della racchetta, che, insieme al suo ponte a quattro braccia (simile a quello della Trilogy), garantisce un maggiore assorbimento delle vibrazioni e una maggiore consistenza e fermezza durante il colpo. Le Diablo saranno le prime a incorporare questo cambiamento e verranno seguite da altri modelli emblematici del marchio come detto in precedenza.

Sistema Siux Revolution
Sistema Siux Revolution

Cosa rimane del modello classico Diablo?

Insieme alle novità appena elencate vediamo in dettaglio le caratteristiche immutate di un modello diventato l’emblema della qualità e dell’affidabilità. Ritroviamo la classica forma a goccia invertita che caratterizza da sempre questo modello insieme ad un bilanciamento medio, ideale per garantire quel tanto amato e ricercato equilibrio tra potenza e controllo. All’interno viene mantenuto il nucleo in gomma EVA Ultra Soft High Recovery laminata, un materiale perfetto per aiutarci nella precisione dei nostri colpi e per aiutare il sistema antivibrazione a fare il suo dovere. Ottima anche la risposta e l’uscita di palla.

Conclusioni sulla Siux Revolution

Senza dubbio questa nuova linea è, probabilmente, il culmine massimo per quanto riguarda le racchette di alta gamma. La nuova linea sarà protagonista di questo 2021 e diversi giocatori del team Siux ne faranno uso nel famoso circuito del World Padel Tour.

Inoltre, a nostro parere, la Siux Diablo in concreto è una racchetta che, nonostante sia destinata a giocatori di livello avanzato e professionale, risulta perfetta anche per chi ha un livello intermedio. Infatti, può aiutarci a colmare le lacune che a volte notiamo nella racchetta con la quale stiamo giocando, come potrebbe essere una mancanza di potenza in più o al contrario di controllo. La Diablo in questi casi ci viene in soccorso, aiutandoci a migliorare la nostra tecnica e a farci dare quel salto in più per diventare dei giocatori migliori.

 

Per rimanere informati su tutte le novità  riguardanti il mondo del padel seguiteci sul nostro blog, su facebook e su instagramTi ricordiamo anche di registrarti nella nostra community di padel per tutti, uno spazio interamente dedicato al padel dove poter trovare consigli e informazioni di ogni genere. Tutti i migliori blogger italiani pubblicano giornalmente articoli e post sulle ultime novità, cosa aspetti? Registrati adesso cliccando qui.

Previous post

Novità! Review e opinioni sulla Siux Subzero

Next post

Le Migliori Marche di Padel per Principianti

5 Comments

  1. Vado Gennaro
    21 febbraio, 2021 at 21:38 — Rispondi

    Salve sarei interessato ad aprire un negozio di Padel a Reggio Emilia.

    • 31 marzo, 2021 at 8:12 — Rispondi

      Salve Gennaro, Puoi scrivere alla pagina facebook ufficiale Padelnuestroitalia. I nostri colleghi ti passeranno il contatto degli addetti alla distribuzione. Un saluto.

    • 31 marzo, 2021 at 8:17 — Rispondi

      Salve Gennaro, Puoi scrivere alla nostra pagina ufficiale di facebook PadelNuestro Italia, i nostri colleghi ti passeranno i contatti dei distributori per poter consultare con loro la richiesta. Grazie.

  2. Marco Buongiovanni
    4 luglio, 2021 at 17:54 — Rispondi

    Buongiorno, non capisco bene come agisce la differenza tra 3K, 12K e 24K. Per un giocatore base/intermedio qual è il carbonio più indicato tra i 3? Grazie

    • 5 luglio, 2021 at 14:35 — Rispondi

      Salve Marco,

      Possiamo dire che tutti e tre i tipi di carbonio sono ottimi, se a qualità ci riferiamo. Per capire quale invece potrebbe essere il più adatto per un giocatore intermedio è già più difficile saperlo, nel senso che dipenderà molto dallo stile di gioco di quest’ultimo. A maggiori K corrisponde una maggiore flessibilità, quindi il 3k sarebbe il più solido e rigido dei tre, e di conseguenza il 24k il più flessibile. Avendo questo chiaro, è quindi una scelta personale del giocatore che tipo di piatti avere, se prediligi il controllo o un maggior rimbalzo in risposta probabilmente opterai per il 24k, se invece preferisci un tocco più solido e robusto, allora bisognerebbe optare per il 3k. Esiste l’opzione del 12k che è quella fibra intermedia tra le due e quindi la più equilibrata in termini di solidità/flessibilità.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.